dall’11 al 30 novembre 2014
“I Berberi – Terre di Allah ”
fotografie di Rui Pires
a cura di Claudio Argentiero 
incontro con l’autore: domenica 9 novembre 2014, ore 17.00, con proiezione di fotografie e video
visite: dall’11 al 30 novembre 2014
visite e ingresso gratuiti su appuntamento:
tel. 02 334968.54 – culturedelmondo@provincia.milano.it

“I Berberi” è un progetto a lungo termine del fotografo portoghese Rui Pires, un documentario sociale fotografico e video iniziato nel 2009 sulle tribù Berbere, il gruppo etnico autoctono del Nord Africa di stanza ad ovest della Valle del Nilo, in particolare in Marocco, Tunisia e Algeria. Le immagini di Pires, entrato in sintonia con la gente del posto che lo ha accolto nelle proprie abitazioni, indagano con particolare attenzione la dimensione sociale e la vita quotidiana dei popoli dell’area desertica: vita, volti e paesaggi racchiusi in una luce affascinante, che attraversa il concetto di luogo per inoltrarsi in visioni più umanistiche e spirituali.
L’identità berbera – o, nella loro stessa lingua, Amazigh, che significherebbe in origine “uomini liberi” – è rappresentata da diverse etnie, tra cui una delle più famose è quella dei Touareg, e racconta la storia e la geografia del Nord Africa. Storicamente parlano la lingua berbera, ma anche lingue straniere come il francese o lo spagnolo, ereditati dall’occupazione europea, e dialetti arabi appresi in seguito alla diffusione dell’Islam e all’immigrazione di alcune tribù arabe nella regione. 

Rui Pires è un fotografo portoghese nato nel 1968. Si definisce un artista di stampo classico, la cui passione per la fotografia nasce dal desiderio di raccontare storie di vita, unendo la fotografia geografica al reportage sociale. Membro della Photographic Society of America, insegna fotografia e collabora con ONG e governi; ha pubblicato i suoi lavori su numerose riviste e pubblicazioni in vari Paesi, vincendo prestigiosi premi e ottenendo importanti riconoscimenti.