E’ stato con noi il 23 aprile e ci ha regalato un incontro che ricorderemo per tanto tempo.
Una persona aperta e disponibile che ci ha fatto capire come la fotografia professionale di reportage può essere anche un’occasione per esprimere quello che si ha dentro ricercando nei luoghi, oggetto della committenza, situazioni particolari da rappresentare in modo personale e creativo, al di fuori dei canoni più conosciuti.
Così in oltre 200 immagini, per la maggior parte dell’era analogica, ci ha presentato la sua India e il suo Zanzibar fino al recente lavoro sul riso e la sua coltivazione, commissionato dall’EXPO, che ha dato luogo anche ad uno splendido libro, che abbiamo potuto sfogliare.
Infine in anteprima ci ha presentato gli ultimi suoi lavori sulle oche e la via francigena.
Numerosa la presenza del pubblico e dei nostri soci, che hanno riempito la bella sala conferenze dell’Università della Terza Età.
Fra il pubblico abbiamo avuto il piacere di vedere Francesco Cito, grande amico di Graziano, e i rappresentanti di alcuni circoli del nostro territorio.
Ringraziamo ancora Graziano Perotti per la sua generosità e simpatia.

Roberto ROGNONI

Foto di Aldo Cocco, Roberto Cremasco e Loredana Bondioli